Una Famiglia del sud

Nel 1928 con licenza comunale rilasciata dal Podestà, le redini dell’azienda passano al figlio Vincenzo che continua l’opera iniziata dal padre, impiantando numerosi vigneti, ampliando la cantina e dando l’avvio al commercio di vini sfusi.

Le origini

Le origini

Nel 1958 la ditta viene ereditata dal primogenito di Casa Tramontana, Antonino, che imprime un’accelerazione notevole all’attività grazie all’apporto di importanti innovazioni vitivinicole. Determinante, in questo periodo, il rinnovo dei locali della cantina e delle attrezzature, oltre all’avvio del primo imbottigliamento di vini ottenuti con uve provenienti dai soleggiati vigneti di Scilla, Costa Viola e Arghillà.

Oggi l’Azienda è condotta da Vincenzo insieme al figlio Antonino che, con grande passione, hanno fornito l’impulso decisivo per l’affermazione dei propri vini attraverso una conduzione manageriale, avviando la collaborazione con professionisti del settore sia in campo agronomico che enologico.

Dal 1890 promotori del nostro territorio.

Di recente la famiglia Tramontana ha ampliato i propri possedimenti con l’acquisizione di nuovi terreni nella località di Sambatello. A Gennaio del 2011 si è avviato l’impianto di uno dei più antichi vitigni calabresi: il Calabrese, conosciuto anche come Nerello Calabrese, seguendo le più innovative tecniche di coltivazione a testimonianza della filosofia della famiglia secondo la quale il futuro dell’enologia calabrese sta nel sapere coniugare tradizione ed innovazione.


No Replies to "Una Famiglia del sud"


    Got something to say?

    Some html is OK